Caricamento Eventi

Equinozio nella Sardegna Sacra

Tour archeologico e esperienziale dal 20 al 22 Settembre

PRENOTA SUBITO!! Clicca qui

Un tour di tre giorni in occasione dell’Equinozio, per vivere tutta la bellezza della Sardegna e dei suoi luoghi sacri in un momento particolare dell’anno, il passaggio dall’estate all’autunno, un momento in cui prendersi una pausa e prepararsi alla nuova stagione.

Durante il tour visiteremo luoghi sacri e naturali noti e meno noti, scoprendo il fascino e la magia della Sardegna più autentica.

Durante l’Equinozio nella Sardegna Sacra accompagna il gruppo Ilaria Montis, archeologa professionista, divulgatrice, guida turistica, creatrice del progetto Sardegna Sacra.

In collaborazione con Associazione Lilium Vitae APS

Il tour prevede anche pratiche di ScalarPrana (facoltative) a cura di Mersia Martinelli e pratiche di mindfulness a cura di Ilaria Montis.

 

PROGRAMMA dell’Equinozio nella Sardegna Sacra

20 SETTEMBRE

Mattina: Parco archeologico di Santa Cristina (Paulilatino). Il pozzo sacro di Santa Cristina rappresenta l’esempio architettonicamente più straordinario di tempio a pozzo, luogo dedicato al “culto delle acque” in età nuragica. L’acqua elemento sacro legato al femminile è intimamente connesso alla Luna nella concezione degli antichi, come
documentato dai risultati delle ricerche archeoastronomiche che hanno mostrato il suo significato di “osservatorio lunare”. Non solo, questo gioiello architettonico e astronomico è anche connesso al ciclo solare. Durante gli equinozi inoltre si verifica il curioso fenomeno del capovolto: quando il Sole è allo zenith la luce solare entra dalla scalinata fin
dentro la camera del pozzo, illuminando l’acqua. In questo momento stando in piedi davanti all’acqua sarà possibile vedere la propria ombra capovolta riflessa sulla parete della camera del pozzo.

Pomeriggio:  Spostamento al Nuraghe Lugherras (Paulilatino). Il nuraghe Lugherras prende il nome dalle centinaia di lucerne rinvenute, usate in età antica per le processioni in onore della Dea Demetra. In questo sito siamo in presenza di un eccezionale esempio di sincretismo religioso poiché in età punica fu utilizzato come tempio della Dea Demetra, il cui nome significa Madre Terra, la Dea delle Messi, del nutrimento e dell’abbondanza, una delle Dee che in età classica ha conservato più aspetti dell’antichissima Dea Madre mediterranea. Il nuraghe è un luogo molto tranquillo, fuori dai circuiti turistici più battuti e ideale per meditare.
Dopo le visite archeologiche sarà riservato un po’ di tempo per una passeggiata o tuffo al mare.

 

21 SETTEMBRE

Mattina: prima parte della mattinata in spiaggia, a seguire spostamento a Abbasanta e visita del Nuraghe Losa.
Nuraghe Losa. Il nuraghe Losa è uno dei nuraghi più imponenti e meglio conservati della Sardegna. La perfezione geometrica del suo bastione trilobato, ancora conservato in alcuni tratti per l’altezza originaria, stupisce se consideriamo che questa imponente mole di pietra ha la forma di un triangolo equilatero con gli angoli arrotondati. Il Nuraghe Losa esprime il principio “Come in cielo così in terra” essendo stato progettato secondo criteri astronomici per potere osservare e celebrare le albe e i tramonti dei solstizi.

Pausa pranzo e meditazione alla Cascata Sos Molinos (Santu Lussurgiu)

Pomeriggio: visita del Santuario di Bonacattu e della Cattadrale di Santa Maria (Bonarcado)
L’antichissima chiesetta di Nostra Signora di Bonacattu risale all’epoca bizantina e fu costruita nel VI-VII secolo a.C. sul luogo dove in età romana sorgevano le terme e dove ancora più anticamente si trovava un insediamento nuragico, e probabilmente un luogo di culto connesso alle acque sacre. Alle sue spalle sorge la maestosa e austera
cattedrale romanica di Santa Maria, costruita nel 1200.

22 SETTEMBRE

Nell’ultimo giorno di tour saremo a Siddi per conoscere due monumenti austeri e maestosi: la Tomba dei giganti Sa Domu e S’Orku e il Nuraghe Sa Fogaia. La Tomba dei giganti Sa Domu e S’Orku, che si erge sulla Giara di Siddi, costruita in nero basalto, è una delle più imponenti e meglio conservate di tutto il Sud Sardegna. La visita sarà l’occasione per approfondire la tematica generale delle tombe dei giganti e del culto degli antenati nella Sardegna Nuragica.

Dopo la pausa pranzo nel bellissimo parco di Sa Fogaia, visiteremo infine il Nuraghe Sa Fogaia, uno dei più enigmatici della Sardegna, nonché uno dei più antichi. Si tratta di un edificio complesso e articolato, detto “a corridoio”, ma che in realtà si compone di tre diversi corpi più ulteriori edifici secondari. la sua posizione dominante sul territorio circostante e sull’orlo di uno strapiombo rende il luogo particolarmente potente e suggestivo. Attraverso la visita a questo straordinario monumento scopriremo la storia più antica dei nuraghi e le infinite forme che possono assumere. E poi c’è una sorpresa… la camera segreta ;)

In serata rientro in aeroporto in tempo utile per il volo. 

 

Quote di partecipazione e altre spese

La quota di partecipazione individuale al viaggio è di 90 euro a persona per le attività comprese nel programma del tour, le visite archeologiche con guida personalizzata, approfondimenti tematici.

La quota non comprende: Viaggio da e per la Sardegna, pernottamenti, pasti, trasporti, biglietti di ingresso alle aree archeologiche dove previsti.

Trasporti: auto propria.

PRENOTA SUBITO!! Clicca qui

Per avere maggiori informazioni compila il form sottostante: