Mi chiamo Ilaria Montis e il progetto Sardegna Sacra racchiude l’esperienza e la passione di tutta la mia vita, tutto quello che ho scelto di offrire al mondo.

Mi rivolgo a persone come te, che arrivano in Sardegna attratte da un richiamo profondo, ancestrale, spesso non spiegabile razionalmente.

O come te, che sei nat@ o vivi in Sardegna e senti un legame antico con questa terra, che vuoi esplorare e comprendere.

Ma andiamo con ordine. Per spiegare cosa è Sardegna Sacra e perché è diversa da tutto quello che oggi puoi trovare sulla Sardegna e in Sardegna, è meglio che ti racconti la mia storia dall’inizio.

Fin da quando ero bambina, son sempre stata affascinata dalla scoperta di un passato remoto e dalle sue vestigia, che sentivo appartenermi profondamente.

In mezzo alle antiche rovine mi son sempre sentita a casa, e un giorno, avevo appena 6 anni, decisi cosa avrei fatto da grande, senza più cambiare idea nel corso della mia vita.

Così, 18 anni dopo, nel 2003, eccomi laureata in archeologia all’Università di Pisa. Ma la mia sete di conoscenza non era ancora esaurita (e in verità non lo è neanche ora…).

Continuai a studiare senza sosta concludendo 4 anni dopo la Scuola di Specializzazione in Archeologia e il master in Geotecnologie per l’archeologia.

Tornata in Sardegna, iniziai la libera professione di archeologa (che proseguo tuttora a esercitare), lavorando inoltre per 5 anni all’Università di Cagliari, come assegnista e borsista nell’ambito di diversi progetti di ricerca.

Nel frattempo terminai anche il Dottorato di ricerca in Scienze e tecnologie per l’archeologia e i beni culturali presso l’Università di Ferrara.

In tutti questi anni ho avuto modo di approfondire anche la mia conoscenza della Sardegna, del territorio e della sua storia più antica.

Una storia che non si legge nei libri di storia, ma che ci raccontano le pietre e i tantissimi monumenti che le antichissime civiltà della Sardegna ci hanno lasciato in eredità.

Dieci anni fa, dopo il mio ritorno in Sardegna, alcune esperienze personali mi fecero radicalmente cambiare la mia visione della vita e del mondo e mi spinsero a intraprendere una ricerca interiore. Ho proseguito la mia ricerca studiando e praticando yoga e meditazione.

Nel 2015 ho scelto di affiancare alla ricerca e allo studio personale, un percorso formativo professionale di alto livello che mi permettesse, nel mio piccolo, di stimolare le persone a vivere in modo più consapevole.

Ho quindi frequentato il Mindfulness teacher training al CISM (Centro Italiano di Studi Mindfulness) di Roma, conseguendo il titolo di insegnante mindfulness e protocollo MBSR nel 2016.

Il 2016 è anche l’anno in cui è nato il progetto di Sardegna Sacra, dopo una gestazione di quasi un anno, in cui ho iniziato a testare l’approccio originale e unico che contraddistingue questo progetto.

Sardegna Sacra ha preso definitivamente forma nel Giugno 2016 e oggi è una realtà consolidata. In questi due e anni e mezzo di attività, abbiamo organizzato più di 150 eventi eventi a cui hanno partecipato complessivamente migliaia di persone, e abbiamo superato abbondantemente i 10000 follower nei canali social.

Ma cosa differenzia Sardegna Sacra da qualsiasi altra offerta presente attualmente nel ricchissimo e variegato panorama sardo?

Con Sardegna Sacra non visitiamo solo spettacolari monumenti ultramillenari ripercorrendone la storia e il significato in modo molto approfondito e dettagliato.

Con Sardegna Sacra approfondiamo la conoscenza dei luoghi sacri antichi a partire dai dati che possiamo trarre dalla moderna ricerca archeologica, e in particolare di quella che è definita Archeologia del Sacro.

L’approccio che utilizziamo contempla inoltre stimoli provenienti anche da altre discipline: antropologia, storia delle religioni, psicologia.

Per poi intraprendere un viaggio che ambisce a una comprensione più profonda, interiore, di quello che erano, e sono, i luoghi sacri ancestrali.

Luoghi sacri e templi espressione di una spiritualità antichissima, la cui eco non è del tutto sopita, ma riecheggia in profondità dentro tutti noi, come un retaggio dei nostri antenati più lontani a cui siamo legati da un filo che in realtà non si è mai completamente spezzatato.

Ed ecco allora che questi Santuari antichissimi appartengono a tutti indistintamente e indipendentemente dalla provenienza geografica di ciascuno, sono un patrimonio dell’umanità intera, e ognuno vi potrà ritrovare un pezzetto di sè.

Ed ecco allora che questi luoghi, se guardati senza filtri, esprimono una saggezza antica quanto universale, che ora come non mai ci può essere di ispirazione nel ritrovare noi stessi, il contatto con chi siamo veramente, il rapporto con la terra, con gli elementi, con la natura, con gli archetipi che ci abitano in quanto esseri umani.

Riscopriamo una conoscenza antica che legava la Terra al Cielo, che celebrava le leggi della natura e del cosmo con il perfetto equilibrio di realizzazioni architettoniche che ancora oggi ci sbalordiscono per la bellezza e la grandiosità, e che ancora oggi, pur disponendo di tecnologie avanzate, non saremmo in grado di riprodurre.

Sardegna Sacra ti prende per mano e ti conduce in un viaggio nel tempo… o meglio in un viaggio senza tempo, un viaggio in una terra antichissima, alla scoperta di te stess@. Sei pront@ a viaggiare coi noi?

Se vuoi saperne di più su di me e leggere il mio profilo professionale come archeologa, vai al mio profilo su Academia.